Hostaria di Bacco

Marmeeting 2017

Campionato Mondiale Tuffi dalle grandi altezze

Dietro il Marmeeting c’è un folto staff coordinato e diretto da Oreste Varese, ideatore dell’evento e presidente dell’Associazione Marmeeting, che riunisce professionisti del mondo sportivo e ricercatori ambientali, affascinati dal mare e convinti di poter realizzare un progetto che accomuni il rispetto per l’ambiente alla spettacolarizzazione dello sport estremo. Il Marmeeting, infatti, è innanzi tutto competizione sportiva ma è anche amore per il mare e desiderio di diffondere la cultura del rispetto nei confronti delle risorse marine. Per gli organizzatori del Marmeeting il successo della manifestazione, soprattutto a livello multimediale, rappresenta un prezioso canale per lanciare appelli alla salvaguardia ambientale e per sensibilizzare i giovani ad un atteggiamento sempre più “eco-compatibile”.
Itinerario Turistico Sportivo 31° Marmeeting 2017
“Arte, Musica, Sport, Cinema, Cultura”

Un evento irrinunciabile, da terra o da mare, per ammirare le acrobazie dei supermen dell’acqua. Torna l’appuntamento con i tuffi dal Fiordo di Furore. Il Marmeeting numero 31 si terrà domenica 16 luglio, con diretta Rai, ed assegnerà la Mediterranean Cup di tuffi dalle grandi altezze. Una quindicina di atleti si esibiranno nella suggestiva cornice della costiera amalfitana, lanciandosi dalla pedana posizionata all’altezza del ponte stradale di Furore. Ventotto metri a picco sul mare, velocità di punta durante il tuffo: 100 chilometri orari.

In altre parti del mondo i tuffatori sono eroi nazionali, qui si calano in una dimensione che resta familiare, come ha voluto sin dalla prima edizione Oreste Varese, ideatore ed organizzatore. “Marmeeting è un’emozione continua”, dice Varese. Per lui Furore è l’Acapulco d’Europa, anche quest’anno ospiterà il meglio a livello mondiale. “Il nostro progetto è diretto a una platea di appassionati del mare che desiderano trascorrere le vacanze attivamente, partecipando a spettacoli, visite guidate, rassegne enogastronomiche – spiega Varese – Non è un caso che Marmeeting preveda un sistema di attività coordinate per far conoscere la storia e le bellezze naturali del territorio, organizzato con la vasta rete di operatori turistici”.

Competizione sportiva, ma anche l’amore per il mare e il desiderio di diffondere la cultura del rispetto delle risorse marine: “E non dimentico l’aspetto turistico, perché gli alberghi anche grazie a questo evento sono pieni. Insomma, con questo spirito siamo nati e questa strada continueremo a percorrere, nonostante un periodo economico complesso”.

Marmeeting negli anni è divenuto un modello da esportare. La Red Bull ha avviato un circuito mondiale di tuffi dalle grandi altezze avvalendosi della consulenza dello stesso Varese, inoltre i tuffi dalle grandi altezze sono divenuti già da qualche anno disciplina mondiale, quando Orlando Duque e soci si lanciarono da una pedana all’interno del Porto di Barcellona. Una svolta storica e, forse, il primo passo verso il sogno olimpico.